Come attraversare il Vietnam viaggiando in autobus

Come attraversare il Vietnam viaggiando in autobus

Tra tutti i mezzi di trasporto, l’autobus è forse quello più disprezzato e meno amato dalla gente.

Molti lo ritengono scomodo e lento, il che è piuttosto vero, soprattutto se si fa riferimento agli autobus in cui siamo abituati a viaggiare in Europa.

Per questa ragione tutti sgranano gli occhi dal terrore quando dico di aver girato per tutto il Vietnam in autobus.

Scordatevi infatti i classici autobus in cui non c’è spazio per gambe e dove dormire è impossibile: in Vietnam infatti esistono delle invenzioni a dir poco geniali, gli sleeping bus.

 

 

Dormire in bus è possibile!

Gli sleeping bus sono autobus un po’ più grandi, all’interno dei quali i sedili hanno un angolo di reclinazione talmente ampio da permettere ai viaggiatori di distendersi e quindi di dormire comodamente.

Di solito si trova anche il WC e non mancano mai coperte di pile e aria condizionata per viaggiare freschi.

In questo modo è possibile viaggiare per lunghe ore, quasi sempre la notte, percorrendo ampie distanze e riposando serenamente sul proprio sedile che si converte così in un mini letto

Gli sleeping bus sono i mezzi di trasporto più utilizzati e anche i più convenienti: come un interrail è possibile infatti comprare dei biglietti combinati che permettono di fermarsi in diverse città, sostando quanto tempo si desidera, percorrendo un tragitto da Nord (ossia dalla capitale Hanoi) a Sud (da Ho Chi Minh City) o viceversa.

É facile organizzare il viaggio in bus?

La risposta  a questa domanda è SI.

É possibile comprare i biglietti combinati, includendo le città che più preferite, nelle diverse agenzie di viaggio (ricordate sempre di girarne un po’ per comparare i prezzi!). Troverete agenzie di viaggio nelle città principali e quasi a ogni angolo di strada.

Ogni volta che dovrete prendere un autobus verso una nuova meta, basterà comunicare all’ostello o all’hotel in cui alloggiate la data di partenza (prenotate il bus il prima possibile perché si riempiono in fretta) e loro vi verranno a prendere sul posto e vi porteranno direttamente al vostro bus.

Non dovrete così perdere tempo andando in giro per le strade della città a cercare le stazioni degli autobus.

Semplice, no?

Inoltre viaggiando in bus imparerete qualcosa di molto interessante sul popolo vietnamita: loro capacità di rendere “capiente” al massimo qualsiasi mezzo di trasporto (come potete vedere nella foto qui in basso)!

Alcune volte, sebbene molto rare, ci si ritrova completamente stipati dentro gli autobus più piccoli, insieme a un quantità esorbitante di valigie e zaini e ovviamente di persone: è il rischio che si corre viaggiando low costIl viaggio si trasforma così in una divertente scommessa per vedere fino a che punto gli autisti siano in grado di riempire i loro autobus!

Il mio itinerario: da Ho Chi Minh ad Hanoi

Tra Ho Chi Minh ad Hanoi sono diverse le città che meritano di essere visitate, lungo il tragitto che si allarga per  più 1600 km. Normalmente un viaggio del genere viene fatto in circa un mese; io per mancanza di tempo ho dovuto ridurlo a 19 giorni, saltando qualche località e fermandomi al massimo due notti in ogni posto.

In principio sono atterrata a Ho Chi Minh, città da cui sono scappata per via del traffico folle e per la sovraffollamento di gente e motorini che ostacolava per fino il passaggio a piedi. 

Da Ho Chi Minh ho proseguito verso Muin Nè, Da Lat, Nha Trang, Hoi An, Hué, Phong gna, Ninh Binh, Cat Bà, Sapa, Hanoi.

HO CHI MINH CITY

Tutto il percorso, che potete visualizzare al meglio nella mappa qui sopra, ha avuto un costo veramente basso, soprattutto alloggiando in ostelli che per notte costavano 2 o 3 euro (con colazione inclusa!). Assurdo, ma vero.

Come tutti i viaggi, qualche intoppo c’è stato: per esempio ho dovuto saltare Halong Bay, la bellissima baia patrimonio dell’Unesco, per via di un tifone in arrivo a Cat ba, l’isola da cui avrei dovuto iniziare il tour!

Vietnam nel cuore

Attraversare il Vietnam in autobus (in totale ne ho presi 11), è stata una delle esperienze più emozionanti del mio viaggio nel Sud Est Asiatico.

Il Vietnam è stato un paese che mi ha affascinato e lasciato senza parole. Sono stata ipnotizzata dalle immagini che scorrevano davanti i miei occhi fuori dal finestrino degli innumerevoli autobus.

La bellezza indiscutibile dei suoi paesaggi naturali, la gentilezza e dolcezza del popolo vietnamita, il cibo delizioso hanno decisamente conquistato il mio cuore.

 

GALLERY


DALAT

MUI NEHUE
NINH BIHNHANOI
SAPAHOI ANPHONG GNA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *